REFLEX VS MIRRORLESS (cosa scegliere per il video)

Mi sembra ieri che venivo preso in giro perché giravo video con la mia Canon 7d, oggi fare video con la macchina fotografica è la normalità, anzi quando vedo qualcuno che usa una telecamera so in cuor mio che sta girando qualcosa di bassa qualità.

Le reflex sono concepite principalmente per fare foto, quindi gli ingegneri che studiano soluzioni innovative per vendere una macchina fotografica si concentrano sulla parte FOTO.

Indiscusso è il successo della Canon 5d mk2 e mk3 che hanno aperto un mondo a chi fino a ieri girava con le telecamere, successo dovuto sicuramente al fatto che è una full frame e quindi ha poca profondità di campo (da uno sfocato intenso) avendo a disposizione anche ottiche della madonna.

La cosa assurda che oggi come ieri sono le peggiori macchine fotografiche con cui fare video.La risoluzione 1080p è totalmente virtuale, ho visto filmati di smartphone da quattro solidi con molta più definizione di una mk3 da 3500€ (allora). Ricordo quando ho acquistato la mia nex 5n sony che mi ha svelato che il full hd è una risoluzione importante e che i dettagli sulle panoramiche sono legali e non quella smarmellata della mk3 priva di risoluzione.

Il problema della mk3 sta nel algoritmo di down scaling che non riesce a portare con successo l’elevata risoluzione del sensore nel formato 1080p questo comporta al rilascio di  un video che assomiglia più ad un buon 576p che a un 1080p che per quello che costa mi sembra una spesa inutile se vogliamo utilizzarla esclusivamente per fare video. Prendo come esempio la 5d mk3 perché diciamo che è il top delle reflex più accessibili a chi fa video ma è ovvio che se alziamo la posta intorno ai 9/10000 € anche con Nikon la storia cambia, è pure vero che se spendi 10000€ per una reflex con cui girare esclusivamente video non stai bene.

 Le mirrorless mettono subito in chiaro una cosa: siamo in un epoca digitale, il sensore è digitale, evitiamo di mettere uno specchio che faccia credere a chi fa foto di guardare quello che poi scatterà.

Lo specchio aveva un grande ruolo nella fotografia, che era quello di far vedere al fotografo l’immagine più reale possibile in base a quello che poi svilupperà ed avere lo stesso identico punto di vista della pellicola e non un qualcosa che ci si avvicinava come le Polaroid che aveva un ottica a parte per il mirino. Con il digitale se vuoi vedere quello che davvero fotografi devi guardare il monitor o il mirino digitale. Il monitor restituisce quello che hai scattato, il mirino di una reflex non è altro una serie di lenti ed uno specchi che fa vedere a l’occhio umano l’immagine da fotografare ma l’occhio umano non ha i limiti di un sensore, l’occhio umano ha una gamma dinamica oggi impensabile per una fotocamera digitale, quindi quello che vediamo da un mirino reflex non è quello che vedremo sulle nostre foto ma ovviamente il fotografo a dei riti e una parvenza tale se guarda l’immagine da una reflex.Comunque a me le foto non interessano, a me interessa il video.

La mirrorless è quanto di meglio può sognare un video maker, non avendo lo specchio ha una distanza tra l’attacco per l’ottica e le lenti full frame (non native) che permette di aggiungere adattatori che non possiamo mettere su una reflex, tipo l’adattatore filtro ND variabile, o lo speed booster che permette alla nostra mirrorles APSC di vedere il giusto millimetraggio dell’ottica aggiungendo uno stop di luce in più o ancora un adattatore tilt shift, le reflex possono solo montare “ottiche native tilt shift” dal costo esorbitante, ma soprattutto possiamo mettere adattatori per montare qualsiasi ottica di qualsiasi marca, alcuni hanno anche i rimandi elettronici per regolare il diaframma e il fuoco, una reflex può montare le sue ottiche punto, se è canon usi ottiche canon, se è nikon stessa minestra e cosi via, quest’ultimo non è da sottovalutare perché le ottiche hanno una vita molto più lunga delle camere, se uno ha un parco ottiche canon ma si è accorto che la sony ha cagato una camera che ha i circuiti da mille valvole ed è un miracolo di elettronica può continuare a tenere le sue grandi ottiche canon, l’evoluzione delle fotocamere è velocissima e per non restare indietro a volte dobbiamo cambiare camera, magari passare da una marca all’altra, questo è possibile grazie al favoloso mondo delle mirrorles e poi a chi fa video lo specchio della reflex non serve proprio a nulla visto che lo specchio rimane alzato durante le riprese.

Tra gli altri adattatori c’è questo APUTURE DEC REMOTE WIRELESS FOLLOW FOCUS che a quanto pare è un radio comando che comanda direttamente i motori dell’ottica per fare il fuoco.

$_12

One thought on “REFLEX VS MIRRORLESS (cosa scegliere per il video)
  1. Come è vero tutto ciò, io ho iniziare a fare video con prima canon uscita e concordo pienamente.
    Ray

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.